Vinchio – Piero Oldano

Luogo

Vinchio - Riserva Naturale della Val Sarmassa (vicino al Casotto di Ulisse).

Anno di realizzazione

2021

Date
Categoria
Realizzato, Sculture
Scultura

Che ne sappiamo noi dei suoi incontri, sotto le stelle, con le lucciole e le masche? Quel che è certo è che la balena è vissuta nell’antico mare, ma che ama la terra, ancorata al Bricco di Monte del Mare, nella pace dei grandi alberi. Un tempo al bosco è sopravvenuto il vigneto e poi il vigneto ha ceduto al bosco. E allora capisci perché le ossa della balena sono fatte di cerchi usati di botti, piccoli e grandi, omaggio al lavoro contadino e alla storia di questo lembo di campagna.

 

La scultura è inserita nell’itinerario letterario “Il mare verde” di Davide Lajolo (comandante partigiano Ulisse). Ma questi sono anche i luoghi di Giovanni “Gim” Giolito, l’uomo che senza clamori nel Novecento ha piantato, proprio partendo dalla Sarmassa, ventimila alberi. Poco lontano, la Ru, quercia ultrasecolare, e la panchina gigante Big Bench n. 94, mentre è suggestivo percorrere il sentiero dei Nidi. Non distante il geosito fossilifero di località Crocera, a Cortiglione, è fiancheggiato da campi di zafferano.

 

Ritrovamenti paleontologici: affioramenti di conchiglie si ritrovano nelle sabbie gialle di cui sono fatte le colline dell’area protetta. Significativa la parete fossilifera di Valle della Morte, raggiungibile anche da Belveglio utilizzando la passerella 25 Aprile sul Tiglione.

Mappa